Acqua

 

Acqua :           Idroelettrico
                        Idrogeno

L’idrogeno sarà il carburante del futuro prossimo.
La produzione dell’idrogeno può avvenire :
- attraverso il processo di elettrolisi per scindere l’acqua in atomi di idrogeno e di ossigeno
Questo processo produttivo non è inquinante ma richiede una grande quantità di energia elettrica che però può essere prodotta dal fotovoltaico, idroelettrico, eolico e biomasse, tutte fonti energetiche rinnovabili e non inquinanti.
oppure
- attraverso il reforming dell’acqua
Questo processo produttivo non è inquinante ma richiede l’uso di tecnologie molto costose fino a quando non ci si decide di renderlo ad alta diffusione.
Se è vero come è vero che le navicelle spaziali usano l’idrogeno come propellente, possiamo ben capire l’enorme risorsa di cui l’umanità dispone.
 
L’idrogeno si produce con l’energia elettrica (elettrolisi, ma per contro, l’energia elettrica si può produrre con l’idrogeno attraverso la tecnologia fuel cell (celle di combustione) da cui scaturisce energia elettrica.
Il sole, l’acqua e il vento producono energia elettrica che può essere usata per l’uso diretto o per produrre l’idrogeno dall’acqua.
L’idrogeno può essere usato per l’uso diretto o per produrre energia elettrica.
In pratica il cerchio sui chiude e, poiché le energie rinnovabili disponibili sono esuberanti rispetto a quanto necessario, è credibile la trasformazione delle varie energie a discapito anche del rendimento.
L’acqua calda è una fonte di energia che può essere accumulata in modo molto elementare.
Allora perché non operare in tal senso ?
 
Idroelettrico :
Il rendimento globale degli impianti idroelettrici va dall’80% al 90% e rappresenta il valore più elevato tra le varie fonti rinnovabili.
- può soddisfare parzialmente il fabbisogno nazionale per la produzione di energia elettrica
- tecnologia matura
- costi competitivi
- impatto ambientale trascurabile
- [... CONTINUA]

Rapporto sulle energie

1. Energia di transizione / durata limitata
2. Energia rinnovabile / durata illimitata
 
1. Energie tradizionali : petrolio, carbone, gas, uranio
sono le energie che usiamo attualmente e che sono in via di esaurimento (entro max 40 anni).
Il petrolio, il carbone e il gas producono biossido di carbonio (CO2) che è il principale responsabile dell’effetto serra e quindi del surriscaldamento dell’atmosfera con conseguenze catastrofiche per l’umanità intera.
L’uranio produce scorie radioattive di estrema pericolosità e di lunghissima durata.
 
2. Energie alternative : Acqua, Sole, Terra, Aria ( ASTA )
sono in grado di produrre energia in quantità notevolmente superiore al fabbisogno energetico mondiale, attraverso :
eolico, solare termico, idrogeno, idroelettrico, fotovoltaico, ecc.
A queste aggiungiamo :
geotermico, biomasse, biocarburante, ecc.
Tutte queste sono energie ecologiche, rinnovabili e quindi inesauribili che non emettono polluzioni (inquinamento) e sono in grado di produrre :
1. energia elettrica
2. energia termica
3. propellente
in quantità anche notevolmente superiore rispetto alle necessità mondiali.
 
L’energia tradizionale viene prodotta dai combustibili fossili di cui si prevede che entro 40 anni saranno esauriti ed il loro uso genera una enorme quantità di biossido di carbonio (CO2) che è pericoloso per l’ambiente.
 
L’energia solare è molto costosa, ma potrebbe fornire tutta l’energia necessaria all’umanità.
 
L’energia eolica costa meno, ma le fonti produttive devono essere localizzate in luoghi adatti alla generazione del vento; in genere le turbine vengono raggruppate nelle cosiddette “fattorie eoliche”.
Attualmente si costruiscono turbine che singolarmente possono produrre fino a 6 Mw ciascuna.
Poiché la domanda di energia elettrica per la nostra nazione è di circa 180.000 Mw/h, occorrerebbero 30.000 turbine eoliche da distribuire su tutto il territorio nazionale, con una media di circa 1.500 [... CONTINUA]

Idrogeno

Da |gennaio 11th, 2009|Idrogeno|0 Commenti|