Monnezza a Napoli

De Magistris, sindaco di Napoli posso risolverti il problema monnezza con un piccolo investimento iniziale che però ti farà guadagnare tanti soldi in futuro, basta uscir fuori dalle assurde logiche attuali di considerare la monnezza come una calamità più o meno naturale.

Il sistema “Genius” permette di :

- separare tutto correttamente

- controllare immediatamente la corretta separazione

- eliminare le discariche

- riutilizzare tutta la monnezza

Genius è a tua disposizione, contattami.

Provare per credere

Franco / 328 5829487

 

Raccolta Differenziata

  
Differenziare i rifiuti domestici è un dovere di civiltà

La raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani si articola in quattro fasi diverse :
 1.      Separazione all’interno del nucleo familiare con sistemi idonei e semplici da usare, attraverso l’uso di cestelli modulari scorrevoli da posizionare sotto ai lavelli comunemente usati e tali da contenere i sacchetti predisposti per ogni diverso tipo di rifiuto.
      Ogni sacchetto sarà di colore diverso per identificare il tipo di rifiuto.
 

 
        
 
 
   2.   Stipamento in siti predisposti in zone pubbliche o private, nel totale rispetto dell’ambientale,
         dell’igiene e del decoro pubblico.
 
 
 
 
 
   3.   Prelevamento di tutti i tipi di rifiuti e immediato controllo della corretta separazione.
 

 
 
   4.   Smaltimento ecologico presso i consorzi di riciclo, secondo le tecniche in uso.
 
 
Quali sarebbero i reali vantaggi ?

Alta % di riutilizzo dei prodotti differenziati
Minima % di prodotti in discarica
Controllo immediato e preventivo della corretta separazione
Attribuzione inequivocabile dei rifiuti all’utente specifico
Costi di gestione molto contenuti e non soggetti ad incrementi incontrollabili
Autofinanziamento dei mutui
Partecipazione remunerativa per i cittadini
Ottimizzazione del servizio di raccolta
Enorme miglioramento dell’impatto ambientale
Opportunità di nuovi posti di lavoro
Possibilità di avere incentivi in sede di Comunità Europea per l’acquisizione di sistemi innovativi nella gestione della raccolta differenziata per la quale esistono direttive Europee molto precise e vincolanti
Risparmio per i cittadini che operano in modo corretto, attraverso la valutazione dei rifiuti differenziati depositati
Risparmi per i Comuni quali gestori del servizio di raccolta

 Gianfranco                                                            15 Dicembre 2010
 

La Vera Raccolta Differenziata Porta-a-Porta

Raccolta Differenziata Domestica

 
 
Solo di recente il termine “Raccolta Differenziata” è entrato a far parte della lingua italiana In precedenza non ce n’è mai stato bisogno, perché i rifiuti domestici sono stati sempre smaltiti nelle discariche; in esse è stato buttato di tutto e senza alcun controllo. 
 
 
 
 
In cucina c’era un unico secchio nel quale venivano accumulati tutti i rifiuti prodotti, senza distinzione di alcun tipo, era facile disfarsi di qualsiasi cosa. 
Venivano usati i sacchetti di plastica, soprattutto quelli di recupero dall’acquisto dei generi alimentari, per contenere i rifiuti da buttare nei cassonetti.
Per qualcuno, la gestione delle discariche si era trasformata in un enorme affare economico, ma i rifiuti inquinavano superfici sempre maggiori e nessun prodotto veniva riutilizzato.
 
 

 

 
In certe zone, i cittadini sono arrivati anche a prendere posizioni di netto contrasto quando si prospettava la necessità di aprire nuove discariche.

 
E’ così maturata la consapevolezza che il sistema in uso doveva essere radicalmente cambiato attraverso il recupero ed il riciclo dei rifiuti prodotti.
 
Finalmente si è arrivati alla convinzione che :
 
Differenziare i rifiuti domestici è un dovere di civiltà
 
E’ stato coniato il termine “Raccolta Differenziata” e sono stati istituiti i Consorzi che si occupano esclusivamente del recupero e riciclo dei diversi rifiuti separati.
 
Raccolta Differenziata Domestica
 

Partendo dalla necessità che la Raccolta Differenziata deve essere organizzata e gestita in modo credibile ed efficace, per ottenere risultati concreti e non teorici, occorre che ogni persona riceva una corretta informazione ed acquisisca una corretta formazione per operare nella consapevolezza e responsabilità.
Nello stesso tempo deve essere messa in condizioni di poter usare strumenti idonei, semplici e con la prospettiva anche di un [... CONTINUA]

Raccolta differenziata di rifiuti domestici

 
differenziare i rifiuti domestici è un dovere di civiltà
 
Per dare al cittadino la possibilità di esserne coinvolto con piacere e non con rassegnazione, è stato ideato il ” sistema esecutivo per la raccolta di rifiuti domestici differenziati ”
 

DESCRIZIONE
Attualmente si sta diffondendo il sistema della raccolta porta-a-porta in orari prestabiliti dei rifiuti differenziati.
Le carenze di questo sistema le conosciamo tutti :
1.      L’obbligatorietà di mantenere i rifiuti in casa fino all’orario del ritiro
2.      L’impossibilità di associare l’utente al prodotto consegnato
3.      L’impossibilità di attribuire un valore ai rifiuti depositati da un utente specifico
4.      La necessità di usare i sacchetti di plastica per contenere i rifiuti separati
5.      La precarietà in cui vengono lasciati i rifiuti fuori dall’abitazione fino al ritiro da parte degli addetti.
6.      L’impegno di una notevole quantità di mezzi di trasporto perché i rifiuti devono essere prelevati in tempi molto ristretti
7.      La possibilità di mancato ritiro nei casi di separazione non corretta
8.      La difficoltà di smaltire gli oli usati e i prodotti pericolosi, quali batterie, medicinali e altro
 
Il sistema che viene qui proposto è in grado di eliminare tutte le carenze sopra descritte, per i seguenti motivi :
1.      Lascia l’utente libero di portare fuori casa qualsiasi tipo di rifiuto in qualsiasi giorno e in qualsiasi ora del giorno
2.      Tutti i giorni viene ritirato qualsiasi tipo di rifiuto
3.      Oltre ai comuni rifiuti, possono essere smaltiti contemporaneamente anche gli oli usati, i prodotti pericolosi, quali batterie, medicinali e altro
4.      Attribuisce il prodotto all’utente specifico
5.      Dà la possibilità, all’addetto al servizio, di segnalare all’utente specifico la separazione non corretta
6.      L’eventuale mancato ritiro non si ripercuote nell’ambiente
7.      [... CONTINUA]

Differenziata domestica

GENIUS
è il nuovo sistema modulare per gestire in modo semplice, efficace, comodo e completo la separazione di tutti i rifiuti prodotti in 2 giorni in un ambiente domestico di 4 persone, con l’uso da 2 fino a 6 contenitori diversi, uno per ogni tipo di rifiuto, posizionati in carrelli modulari estraibili separatamente e posizionati nel sottolavello.

Differenziata domestica per sottolavello

genius-per-tipografia-10620093

Differenziata Domestica

Differenziata domestica
Monna Lisa
Il nuovo sistema per gestire in modo semplice, efficace, comodo e completo la separazione di tutti i rifiuti domestici, attraverso l’uso da 2 fino a 6 diversi contenitori, uno per ogni tipo di rifiuto, posizionati in carrelli modulari, estraibili separatamente e posti nel sottolavello.

                                                                                                                       

Ogni contenitore supporta uno specifico sacchetto, diverso per ogni tipo di rifiuto, in cui è registrato il Comune di appartenenza, la circoscrizione, l’utente ed il tipo di rifiuto; ciò allo scopo di dare all’utente la possibilità di depositare qualsiasi tipo di rifiuto in qualsiasi orario negli appositi recettori che valutano, valorizzano ed accreditano all’utente stesso il valore economico del rifiuto depositato.

                                                         Franco

 

 

Differenziata domestica

E’ in arrivo il nuovo sistema per differenziare in modo facile ed efficace i rifiuti domestici; ancora un pò di pazienza.

Franco

 

 

DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE

MODULO A (1/2)
AL MINISTERO DELL’INDUSTRIA DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO
UFFICIO ITALIANO BREVETTI E MARCHI (U.I.B.M.)
 
DOMANDA DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE N°
 
A. RICHIEDENTE

Cognome e Nome o Denominazione

A1

Pistolesi Gianfranco

 

 

Natura Giuridica  (PF/PG)

A2

pf

Cod. Fiscale
Partita IVA

A3

pstgfr48l17f614k

Località di Residenza/Stato

A4

via repubblica 94 – 63017 Porto San Giorgio (AP)

Cognome e Nome o Denominazione

A1

 

 

 

Natura Giuridica  (PF/PG)

A2

 

Cod. Fiscale
Partita IVA

A3

 

Località di Residenza/Stato

A4

 

B. RECAPITO Obbligatorio
in mancanza di mandatario

B0

d

(D = Domicilio elettivo, R = Rappresentante)

Cognome e Nome o Denominazione

B1

 

Indirizzo

B2

via repubblica 94 –

CAP/Località/Provincia

B3

63017 porto san giorgio (AP)

C. TITOLO

C1

Sistema dinamico per la raccolta differenziata di rifiuti solidi urbani

 

 

D. INVENTORE DESIGNATO (da indicare anche se l’inventore coincide con il richiedente)

Cognome e Nome

D1

pistolesi gianfranco

Nazionalità

D2

italiana

Cognome e Nome

D1

 

Nazionalità

D2

 

Cognome e Nome

D1

 

Nazionalità

D2

 

Cognome e Nome

D1

 

Nazionalità

D2

 

 

 

 

 

 

Sezione

 

Classe

 

Sottoclasse

 

Gruppo

 

Sottogruppo

E. CLASSE PROPOSTA

E1

 

 

E2

 

 

E3

 

 

E4

 

 

E5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

F. PRIORITA’

 

derivante da precedente deposito eseguito all’estero

Stato o Organizzazione

F1

 

Tipo

F2

 

Numero di Domanda

F3

 

Data Deposito

F4

 

Stato o Organizzazione

F1

 

Tipo

F2

 

Numero di Domanda

F3

 

Data Deposito

F4

 

G. Centro Abilitato di
Raccolta Colture di
Microorganismi

G1

 

Firma del
Richiedente

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

MODULO A (2/2)
I. MANDATARIO DEL RICHIEDENTE PRESSO L’UIBM
La/e sottoindicata/e persona/e ha/hanno assunto il mandato a rappresentare il titolare della presente domanda innanzi all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi con l’incarico di effettuare tutti gli atti ad essa connessi (DPR 20.10.1998 N. 403).
 

Numero Iscrizione Albo  Cognome e Nome;

I1

 
 
 

 

Denominazione Studio

I2

 

Indirizzo

I3

 

CAP/Località/Provincia

I4

 

L. ANNOTAZIONI SPECIALI

L1

si presenta contemporanea domanda di brevetto per modello di utilità n. ……… depositata presso l’ufficio brevetti della camera di commercio di ascoli piceno, ai sensi dell’art. 84 Dlgs. n. 30/2005
 
 

 

 

M. DOCUMENTAZIONE ALLEGATA O CON RISERVA DI PRESENTAZIONE

Tipo Documento

N. Es. All.

 

N. Es. Ris.

 

N. Pag. per esemplare

Prospetto A, Descriz., Rivendicaz. (obbligatori 1 esemplari)

1

 

 

 

5

 

Disegni (obbligatori se citati in Descrizione, 1 esemplari)

1

 

 

 

2

 

Designazione d’Inventore

 

 

 

 

 

 

Documenti di Priorità con traduzione in Italiano

 

 

 

 

 

 

Autorizzazione o Atto di [... CONTINUA]