Lettera aperta a Monti e alla Fornero

Carissimi,
se vi siete assunti questo onere, credo che l’abbiate fatto con coscienza e conoscenza della realtà.
Certo è che se volete trafficare nei balzelli di tutti i vostri predecessori, non credo che verrete ricordati come salvatori dell’Italia e degli Italiani.
Al contrario, dovete dimenticare e far dimenticare agli Italiani il termine “PRECARIETA’ NEL MONDO DEL LAVORO”.
Per fare questo non dovete inventare nulla, il sistema esiste già.
Non dovete fare altro che far approvare una legge dal parlamento, che rende obbligatorio per tutti i lavoratori stipulare “L’ASSICURAZIONE DEL LAVORO”.
L’assicurazione del lavoro consiste nel contribuire con un premio % sullo stipendio.
a. Tutti i lavoratori versano un premio % mensile rapportato al proprio stipendio; in cambio i lavoratori hanno la certezza dello stipendio per tutto il periodo della loro età lavorativa.
b. Tutti i datori di lavoro contribuiscono con il versamento di un premio % mensile rapportato allo stipendio di ogni proprio collaboratore; in cambio i datori di lavoro hanno la garanzia di poter gestire la propria attività senza condizionamenti estranei.

Ciò comporterebbe :
1. L’eliminazione della precarietà sotto qualsiasi forma
2. Sicurezza sociale
3. Certezze economiche
4. Soluzione di tutti i problemi del mondo del lavoro dal mese successivo alla entrata in vigore di questa legge
5. Sviluppo senza limiti né condizionamenti.

E’ troppo facile ?

Carissimi,
sappiate che le cose semplici sono le più efficaci; se poi sono anche “A PROVA DI CRETINO”, allora sono il massimo.

Con stima e … rassegnazione.

Gianfranco 102201312